Luca Imperatore Personal Web Site

"Non riesco a capire perché le persone siano spaventate dalle nuove idee.
A me spaventano quelle vecchie"

(John Cage)

I miei servizi

Notizie dal mio blog

Il TTIP questo sconosciuto...

Da alcuni mesi si sente molto parlare del TTIP, ma sappiamo effettivamente di cosa si tratta?...

Il Partenariato Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti (in inglese Transatlantic Trade and Investment Partnership, TTIP), inizialmente definito Zona di libero scambio transatlantica (TransAtlantic Free Trade Area, TAFTA), è un accordo commerciale di libero scambio tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti d'America.
L'obiettivo dichiarato è quello di integrare i due mercati, riducendo i dazi doganali e rimuovendo le barriere non tariffarie, ossia le differenze in regolamenti tecnici, norme e procedure di omologazione, standard applicati ai prodotti, regole sanitarie e fitosanitarie. Ciò renderebbe possibile la libera circolazione delle merci, faciliterebbe il flusso degli investimenti e l'accesso ai rispettivi mercati dei servizi e degli appalti pubblici. in altre parole, per eliminare le differenze normative e regolamentari che rendono difficili gli scambi economici, per allargare le opportunità d'investimento e facilitare la partecipazione delle imprese multinazionali agli appalti pubblici. Se il progetto andasse in porto, verrebbe creata la più grande area di libero scambio esistente, poiché UE e USA rappresentano circa la metà del PIL mondiale e un terzo del commercio globale.
Le trattative, avviate nei primi mesi del 2013, sinora si sono svolte nel più assoluto riserbo, sottraendo il procedere degli accordi ad ogni forma di dibattito pubblico. All'inizio del 2014 è stata divulgata una prima bozza del trattato, a maggio 2016, tale accordo non era ancora stato approvato e si ritiene che, se sarà accolto, ciò non avverrà prima della fine del 2016.
L'accordo non è universalmente condiviso: alcuni vi intravedono la tendenza neoliberista a liberare dai “lacci” che ancora disturbano l'iniziativa capitalistica, mentre altri vi rinvengono il disegno geo-politico di stabilire un più solido legame tra Stati Uniti e Unione Europea per far fronte alla concorrenza delle cosiddette “economie emergenti” (soprattutto Russia e Cina). Chi condivide il trattato sostiene che esso sarà un'occasione per promuovere la crescita economica dei Paesi partecipanti; mentre chi lo critica sostiene che esso aumenterà il potere delle multinazionali e renderà più difficile per i governi nazionali la regolazione dei mercati.
La Commissione Europea afferma che il TTIP dovrebbe far crescere l'economia europea di 120 miliardi di euro, quella statunitense di circa 90 miliardi e quella mondiale di circa 100 miliardi di euro. Joseph Stiglitz (premio Nobel per l'economia nel 2001) sostiene che l'accordo comporterà una riduzione delle garanzie e una mancanza di tutela dei diritti dei consumatori. Tra le critiche più importanti ci sono quelle che riguardano il mondo del farmaco e dell'alimentare, essendo essi già da tempo oggetto di ampi e diffusi fenomeni di “commercializzazione della malattia”, che potrebbero aumentare con la deregolamentazione che il TTIP produrrà.

Fonti:

https://it.wikipedia.org

http://quifinanza.it

Ultimi articoli

Articoli più letti

Iscrizione Newsletter

Novità e curiosità dal web e molto di più...

Form di contatto

Contattami

Per avere un preventivo per realizzare il tuo sito web,
il tuo logo aziendale, oppure per avere altre informazioni.

You are here:Home Sample Category Blog Il TTIP questo sconosciuto...